l’Associazione Stoplastica e il Comune di Formello “Un legame spezzato”

Un legame spezzato: l’Associazione Stoplastica e il Comune di Formello Negli ultimi tempi, siamo stati testimoni di una serie di voci discordanti riguardo al nostro rapporto con il Comune di Formello. Potremmo definirlo un rapporto di “odio e amore”, caratterizzato dall’odio da parte del comune e dall’amore da parte nostra. Ma vogliamo spiegare il motivo di questa percezione. L’Associazione Stoplastica è un’associazione di promozione sociale (APS) che si impegna nel volontariato genuino e appassionato, operando con determinazione sul territorio. Le nostre fila includono individui con opinioni politiche personali diverse, ma ciò che ci unisce è la nostra volontà di fare la differenza. Durante le elezioni comunali di Formello, abbiamo scelto di sostenere il nostro volontario e amico Davide Aresti, insieme alla volontaria Roberta Mazzoneschi, che si distingueva per il suo impegno nell’ambito della pulizia delle aree verdi e della ripulitura dei muri, indossando fieramente la maglia Stoplastica e persino armata di roncola. Sin dalla nostra nascita, Formello è stata la nostra principale area di intervento, dove abbiamo svolto una vasta gamma di attività, dalla ripittura dei muri al sostegno alla Caritas Locale, dalla pulizia delle aree di sosta della Cassia Bis alla cura degli animali e delle persone più bisognose. Tuttavia, il nostro rapporto con il Comune di Formello ha subito una brusca interruzione quando abbiamo deciso di allontanare Roberta Mazzoneschi. Non vogliamo entrare nei dettagli personali, ma ci sentiamo in dovere di sottolineare che, nonostante l’averla sostenuta e promossa, lei ha scelto di allontanarsi da noi, deludendo le aspettative e le promesse fatte. Da quel momento, i rapporti con il Comune si sono raffreddati. Ci aspettavamo un sostegno maggiore da parte delle istituzioni locali, soprattutto considerando il nostro impegno nel contribuire al benessere della comunità. Tuttavia, abbiamo constatato un atteggiamento di distacco da parte del sindaco e dell’amministrazione, che avrebbero dovuto essere i nostri principali alleati nella promozione del volontariato e delle azioni sociali. Un altro episodio significativo riguarda la donazione di 10 depuratori da parte di un nostro partner aziendale, destinati alle scuole di Formello. Purtroppo, nonostante le nostre sollecitazioni, l’assessore Daniela Angelici non è riuscita a organizzare un sopralluogo tecnico per l’installazione degli apparecchi, causando così la perdita di un’opportunità preziosa per la comunità scolastica. Nonostante queste difficoltà, siamo determinati a continuare il nostro lavoro con il sostegno di persone come Roberta Bellotti e Davide Aresti, che hanno dimostrato di apprezzare e supportare il nostro impegno. Infine, desideriamo sottolineare la nostra delusione nel constatare che le nostre richieste di esporre uno striscione e una targa commemorativa sono state respinte dal Comune. Questi gesti simbolici avrebbero contribuito a sensibilizzare la comunità sull’importanza della moderazione e del rispetto, ma purtroppo non sono stati accolti come ci aspettavamo. Vogliamo ribadire il nostro impegno nel promuovere azioni concrete a favore della comunità, senza mai ricevere alcun sostegno economico . Ci dispiace essere etichettati in modo ingiusto da parte di alcuni cittadini, ma siamo determinati a continuare a operare per il bene comune, nella speranza che il nostro lavoro venga finalmente riconosciuto e apprezzato.

l’Associazione Stoplastica e il Comune di Formello “Un legame spezzato”
Torna su
× Hai domande?